Parco della Valle dei Templi di Agrigento


Visualizza il sito nella versione Standard
» ita » eng » fra » rus » jpn » deu » esp » chn

1
2
3

Antiquarium Paleocristiano Bizantino

Antiquarium Paleocristiano Bizantino

Interessante da visitare è l’Antiquaruim Paleocristiano Bizantino di “Casa Pace”, ubicato in una vecchia struttura rurale nel cuore della Valle. La natura dell’Antiquarium è soprattutto documentaria e i reperti che vi sono esposti evidenziano l’importante testimonianza dell’epoca cristiana nella valle e della diocesi di Agrigento nei secoli tardo medievali. La struttura si articola su due livelli e comprende tre sale.

La prima sala è dedicata all’abitato e agli edifici di culto, molta attenzione merita la vetrina piena di frammenti di diversa provenienza, risalenti ai secoli III - IV d.C. ma anche una testina marmorea del IV sec. d.C. e una manina di terracotta. Molto interessante è il calco di un pluteo di marmo (forse la fronte di un altare) raffigurante l’albero della vita, datato anteriormente alla conquista musulmana tra la fine dell’VIII e gli inizi del IX secolo; nel pluteo è stato riconosciuto il passaggio artistico della scultura paleobizantina. Lo spiccato decorativismo e il valore didattico simbolico fanno della lastra un unicum dell’occidente mediterraneo.

La seconda sala descrive in maniera molto dettagliata la diocesi di Agrigento, che comprendeva un vasto territorio geografico, ed il ruolo di grande centralità culturale e religiosa raggiunto da Agrigento in epoca paleocristiana. Suggestivo è un sarcofago senza coperchio di grande interesse storico artistico ed iconografico.

La terza sala ubicata nel secondo piano della struttura è dedicata alla necropoli paleocristiana agrigentina sub-divo e agli ipogei. Molto interessanti sono i pannelli con le didascalie che descrivono le campagne di scavi archeologici e l’ipotesi ricostruttiva degli ambienti originari. Nella sala è presente una vetrina dove sono esposte brocchette acrome, una lucerna africana con pesce, lucerne romane del III sec. d.C. una lucerna con ariete e una serie di oggetti in ceramica da mensa a testimoniare la consuetudine del pasto rituale presso le tombe.





Testo: Valentina Calì

[ Stampa questa pagina ]