Parco della Valle dei Templi di Agrigento


Visualizza il sito nella versione Standard
» ita » eng » fra » rus » jpn » deu » esp » chn

1
2
3

Ipogeo "Dioscuri" di Porta V

Ipogeo "Dioscuri" di Porta V

Durante i lavori di restauro e scavo archeologico che nel 2005 hanno interessato l'area di Porta V, è stato individuato l'accesso di una galleria ipogeica nei pressi della carreggiata stradale che si immetteva nell'area del grande santuario delle divinità ctonie (della terra). Si tratta di un pozzo profondo circa 10 metri che al momento del rinvenimento era riempito da terra e pietrame e conteneva reperti archeologici - tra cui testine e frammenti di statuette votive - provenienti dall'area sacra circostante. Lo scavo del pozzo ha portato alla scoperta di una galleria sotterranea che diverge in due cunicoli e sfocia a Nord nel vallone della Kolymbethra - la "magnifica piscina" realizzata durante il V sec. a.C. in cui confluiva una complessa rete di acquedotti - e, a Sud, fuori la cinta muraria. La galleria settentrionale presenta una biforcazione: l'una immette in una galleria più bassa che dopo circa 10 metri conduce ad una parete, mentre l'altra, con andamento tortuoso, giunge alla Kolymbethra. Il ramo meridionale è lungo circa 50 metri, ha uno sviluppo rettilineo regolare ed è caratterizzato dalla presenza di concrezioni stalattitiche di straordinaria suggestione e bellezza.

 



Testo: Valentina Calì

[ Stampa questa pagina ]

Menu - La Valle dei Templi