Parco della Valle dei Templi di Agrigento


Visualizza il sito nella versione Standard
» ita » eng » fra » rus » jpn » deu » esp » chn

1
2
3
4
5

Mandorlo

Mandorlo

Il Mandorlo è tra le piante più diffuse nel territorio del Parco e costituisce, insieme all'olivo, quello che Luigi Pirandello ha definito il "bosco di mandorli e ulivi". Per la sua resistenza alla siccità, per la sua rusticità e adattabilità è stato impiantato anche nei terreni poco fertili e marginali diventando l'elemento caratterizzante della copertura vegetale della Valle dei Templi. Per la sua precoce fioritura, che in alcuni anni può avvenire anche a dicembre, conferisce al paesaggio, in pieno inverno, un aspetto unico e suggestivo che costituisce, insieme ai Templi, una notevole attrazione turistica. All'interno del Parco è stato realizzato il "Museo vivente del mandorlo", dove sono coltivate circa 300 varietà tradizionali dell'antica mandorlicoltura siciliana. Nell'area del Museo sono state impiantate anche diverse varietà di pistacchio e di olivo, realizzando così una "collezione vivente" di grande valore scientifico e culturale che raccoglie e conserva varietà rare, di pregio, o in via di estinzione, della frutticoltura non irrigua della Sicilia.
Ulteriori approfondimenti sul mandorlo.


[ Stampa questa pagina ]